Prodotti

Prestiti Personali

è un prodotto di "credito al consumo" che consente di ricevere una somma di denaro da parte di un ente erogatore

Il prestito personale è un prodotto di finanziamento personale incluso nella categoria così detta del “credito al consumo” e consente di ricevere una somma di denaro da parte di un ente erogatore (banca o finanziaria), da rimborsare secondo un piano di ammortamento con tasso fisso e a rate costanti.

Non sono richieste particolari garanzie reali (pegno o ipoteca su proprietà del richiedente) e spesso la domanda è a firma singola cioè non è richiesto un soggetto garante che controfirmi il contratto.

Il rimborso del finanziamento può avvenire per mezzo di addebito tramite il proprio conto corrente bancario o postale. Con alcune banche e finanziarie è anche possibile il rimborso tramite bollettini postali.

Il prestito personale viene concesso dalle banche e finanziarie, solo a seguito di una istruttoria durante la quale viene valutato il così detto merito creditizio del richiedente. Questo non è una regola costante definita che vale per tutti ma dipende da diversi fattori: la banca o finanziaria in primis, che adotta le sue politiche di credito, la categoria sociologica del soggetto richiedente, la professione, il reddito, il rapporto rata/reddito, il comportamento creditizio etc.  Quindi può accadere che la stessa richiesta possa avere valutazione diverse in base ai metodi di valutazione dell'istituto finanziatore che la prende in carico. E’ quindi molto importante la scelta del soggetto a cui richiedere il finanziamento, in particolare nell’attuale situazione generale del mercato del credito alle famiglie, può essere utile affidarsi ad un mediatore creditizio in grado di indirizzare, fin dalla prima richiesta, al soggetto erogante più opportuno. Prestiti offline è uno di questi.

La documentazione necessaria alla valutazione serve a dimostrare la situazione reddituale del richiedente, in generale, tanto più è complessa, tanto più l’ente erogante richiederà documentazione accessoria.

In generale bisogna presentare un documento di riconoscimento valido (carta di identità, patente o passaporto), codice fiscale e i principali documenti di reddito (busta paga, cedolino pensione o dichiarazione dei redditi).

Passiamo ora ai suggerimenti:

Nella scelta del finanziamento è sempre consigliabile non limitarsi a considerare solo la rata o il montante da rimborsare (rata x numero di rate), ma valutare l'onerosità complessiva dell'operazione e soprattutto la sua fattibilità. Quindi bisogna avere presente sia il TAN (Tasso annuo nominale) che è il valore espresso in percentuale che indica la quota interesse che verrà restituita al soggetto finanziatore (in sostanza esprime il mero costo del denaro) e il TAEG (Tasso Annuale Effettivo Globale), sempre espresso in termini percentuali e che comprende tutti i costi accessori del finanziamento come le spese di istruttoria e assicurative (soprattutto le ultime non devono essere valutate come un mero costo, ma un piccolo investimento a protezione futura).

Attenzione però a comparare le offerte sulla rete: il costo di un finanziamento varia in funzione del soggetto che lo richiede e della finanziaria, non è sempre detto che il proprio profilo creditizio sia gradito a tutti!

Un ulteriore consiglio, evitare di fare molte richieste: più richieste si traducono in maggiori richieste registrate nelle banche dati che spesso danneggiano il merito creditizio del richiedente.

E inoltre non è vero che il consulente di credito (se fornisce gratuitamente il servizio al richiedente venendo quindi compensato dalla banca o finanziaria) è un costo aggiuntivo, per prassi viene pagato comunque anche nel caso di un rapporto diretto con una società erogante (ricordiamoci che il costo del finanziamento è espresso dal TAEG)!

Nel caso in cui il merito creditizio del cliente presenti delle difficoltà a trovare una soluzione di prestito personale, una valida alternativa può essere la cessione del quinto, prodotto che grazie alle garanzie previste, permette agli istituti finanziatori di essere più flessibili nella erogazione del prestito.

Raccomanda questo articolo:
 
Tags: Prestiti 
Altri articoli che ti possono interessare

Ricerca nel sito
Preventivo Generico